lunedì 11 giugno 2007

Bill Gates Vs Steve Jobs

simpaticissimo filmato che mette a confronto i poteri del 2000 Microsoft contro Apple...
chi vincerà??

sabato 9 giugno 2007

che mazz!!! so' napulitan'!!!



9 giugno 2007, la città di Napoli sembra attraversare un giorno di quasi estate come tanti... giro per la città.... è impossibile non sentire una certa elettricità nell'aria... spuntano ad ogni incrocio, ogni piazza... ogni posto è quello giusto per sventolare una bandiera azzurra, metter su una bancarella di gadgets pronti a festeggiare il ritorno nella massima serie del Campionato di Calcio Italiano.
Rido fragorosamente...su una di queste bancarelle c'è una maglietta che recita... "comm s pareA" - con la A pronta ad imporsi su tutto il resto... ma proprio li un po' più a sinistra cen'è un'altra che non riesco a leggere subito... uahauahuahuahuahuahuahauhauh... "Che mazz! sò napulitan'!!"....ahahahahahahahah... non riesco a capire se rido per l'incredibile tragedia di essere napoletano, o per la fantastica idea di aver messo una frase simile su una t-shirt rosa....una vena d'orgoglio si scorge nel mio io... che mazz so napulitan... giro a sinistra... piazza Garibaldi....eh...Che Mazz!!!
Tutto sembra essersi fermato, "un caffè e un cornetto....grazie!"... - Speramm che Grava c'a fa!..." - "eh...uagliò Reja sarà pur na chiavica, ma a difesa simm nu bunkèr!".... - "Nun c'a facc' manc a respirà..." - "Ije stanotte nun agg' rummut...Speramm che pass ambress!!!"
Le montagne di sacchetti di tutti i colori... pieni di quel loro fetido ardone, hanno lasciato il campo ai "campioni" azzurri... anzi... "S jamm in serie A appicciamm tutt cos!!!" - E' questo lo spirito... sopra ogni cosa, un potere divino! tramandato dal messia de "la mano di Dios" ed ora di padre in figlio a sciogliere con i favori del "miracolo" il sangue nelle vene dei partenopei.
Eppure non lontano dalle bancarelle, al ciglio di ogni strada, continuano a crescere i cumuli di immondizia.... ma ki se ne fott!!! Jamm in serie A!!!
Driiiiin!!!!!!... Pronto!... Andrè! (mio padre...con voce maschia ma flebile come se si sentisse un po' emozionato nel dirmi....)...domani che ne pensi...la vuoi vedere la partita??... - Papà... come ti senti?? - Bene bene... ma la partita è importante! - mosso dallo spirito di responsabilità... (avessa venì meno pe na partita e pallon' ??) - va bene papà a che ora? - eh allora ci vediamo a pranzo dalla nonna! cià cià... ah! Francesco è stato bocciat'... sta inkazzat' - (e tu mi passi una notizia così importante come se fosse caduto un po' di rum in + sull'ultimo babà che ti sei mangiato e ti sei imbriacato?....BAH!!! :S ) - e ho fatto illimoncello (nn riesce mai a dirlo x bene)...na specialità!!! ti do una bottiglia aeeeeee...buonissimo!!! (ecco perchè... forse non ha ancora la lucidità per capire affondo che mio fratello è stato bocciato... QUI URGE UN INTERVENTO REPENTINO!!!... a me... m'avrebbe inflitto una punizione esemplare... NO NO.... qui... bisogna correre!!)
Insomma anche mio padre nel completo vortice del calcio, del mercato, della serie A... perchè è important a serie A!
Quanto accaduto poco meno di un anno fa... con il calcio che sembrava esser diventato la più grande barzelletta in ambito sportivo.... completamente eliminato!!!... ce ne jamm in serie A!!!
Ma vorrei sapere io....che succede se andiamo in serie A? Vengono finalmente a raccogliere la monnezza??? tolgono qualche ragazzo dalla strada? aprono qualche scuola? qualche parco? che succede??? - dobbiamo pagare di + per vedere una partita di 11 ricconi (e nn ho sbagliato a scrivere!) che ci prendono per il culo facendoci credere che quello che stanno facendo si chiami sport... e persino serie A!
.....Ah.... che mazz!!! so' napulitan'!!!

giovedì 24 maggio 2007

Rifiuti, a Napoli diminuiti roghi di cassonetti

finalmente un'agenzia dal sapore meno tossico!

NAPOLI (Reuters) - E' sensibilmente diminuito il numero dei roghi appiccati ai cumuli di immondizia nella notte a Napoli e nei comuni dell'hinterland.

Lo hanno riferito oggi i Vigili del fuoco, che hanno segnalato poco più di una decina di roghi di immondizia.

L'emergenza dei rifiuti in Campania, causata principalmente dall'inadeguatezza delle strutture di smaltimento, ha raggiunto il suo picco durante l'ultima settimana, quando i cittadini dell'hinterland napoletano hanno iniziato a bruciare rifiuti accumulati per le strade, generando dei veri e propri roghi che hanno reso necessario centinaia di interventi dei Vigili del Fuoco.

Il commissario straordinario Guido Bertolaso ha detto che a suo avviso, se tutti faranno la loro parte, la fase "più acuta" dell'emergenza potrebbe essere risolta entro fine giugno.

un'immagine di via doganella

martedì 22 maggio 2007

Visita il MySpace dei Malerba!
Malerba Space











lunedì 14 maggio 2007

LA FIBRA CHE RIDE. Discutiamo della NGN come per la TAV e per la Variante di Valico!


Le grandi opere infrastrutturali ci accompagneranno per il resto della vita, nostra e dei nostri figli.

Il ponte sullo stretto di Messina, la TAV in val di Susa, la Variante di Valico della A1, sono stati tutti argomenti di discussione ampia, con trasmissioni dedicate in prima serata, dato il rilevante impatto che avranno sulla vita sociale ed economica del Paese.

Di un'altra grande opera infrastrutturale, che è fondamentale per il futuro della società e dell'economia, che ci accompagnerà per i prossimi 60 anni, invece, non si è parlato assolutamente. (si è parlato del suo proprietario, ma non dell'opera). E' la cosidetta "rete di nuova generazione".

Sappiamo ormai tutto sulle diverse alternative di trasportare le merci in Francia, di tracciati appenninici, di potenziale di utilizzo del ponte rispetto ad alternative o alla situazione attuale.

Delle alternative per la nuova rete, cosa sappiamo ?

Sappiamo chi c'e' nella società Stretto di Messina e come sarebbe finanziata l'opera, si è dibattuto sui costi della Variante di Valico e la sua utilità e del ruolo che la Società Autostrade deve avere.

E del finanziamento della nuova rete, cosa sappiamo ?



Sappiamo chi sono le aziende appaltatrici che fanno i lavori per le grandi opere, il ruolo dell'industria italiana, le cordate dei grandi costruttori e dei produttori del materiale rotabile.

E del ruolo delle aziende italiane nella nuova rete, cosa sappiamo ? chi fornirà gli apparati ? Quali implicazioni delle scelte per la nuova rete sull'occupazione ?


Riguardo la scelta della modalità realizzativa,ci sono diverse alternative ed ognuna di queste e' come decidere di fare o meno un tunnel, scegliere un tracciato ferroviario : portare la fibra fino in casa (Fiber to the home: FTTH), o portarla ad un nodo (Fiber to the node: FTTN) e il nodo in questione potrebbe essere il palazzo (Fiber to the building: FTTB) o il marciapiede (Fiber to the Curb: FTTC).

Se non si arriva con la fibra fino in casa (FTTH), dove termina la fibra ci si deve collegare al rame esistente e si usa una evoluzione del DSL: il VDSL (che in USA sta causando grandi problemi all'AT&T sulla nuova rete e i cui progetti di installazione nel resto d'europa sono stati sospesi piu' o meno dovunque).

Certo, portare la fibra in casa costà di più, ma consuma molta meno energia, è la soluzione piu' "future proof" (a prova di futuro), è la soluzione che offre le prestazioni migliori e che si guasta di meno.

Non si pensi "facciamo un percorso evolutivo: iniziamo fino al marciapiede (FTTC), e poi arriviamo fino in casa (FTTH)". Non funziona. E' come dire "mi serve un furgone, intanto compro una moto".

In economia, il valore si sta progressivamente spostando nell'informazione, il ruolo della rete è probabilmente addirittura più importante della variante di valico, del ponte sullo stretto e della TAV in val di susa.

Vogliamo iniziare a discuterne ? o lasciamo che tutte le scelte (secondo me subottimali) vengano decise da una azienda che (legittimamente) può (e deve) pensare solo al propio rendimento nei confronti dei propri azionisti (e quindi con orizzonte 3-12 mesi) trascurando l'interesse generale di lungo termine ?

A mia moglie che mi chiede "perche' fai questo ?" rispondo sempre che lo faccio per le nostre figlie.

venerdì 4 maggio 2007

Gli hacker del satellite imbarazzano Pechino

Per due ore hanno messo fuori uso le trasmissioni satellitari, sostituendole con messaggi contro il regime cinese. Che non vuol far sapere cosa è accaduto

Roma - Le notizie sono frammentarie ma pare che un gruppo di anonimi hacker cinesi, utilizzando non si sa quale tecnologia, sia riuscito ad inserirsi nei televisori di milioni di spettatori nel sud della Cina, per divulgare messaggi politici contro il regime di Pechino.

Secondo Associated Press l'incidente sarebbe avvenuto martedì sera: molti utenti si sono lamentati per un black-out di un paio d'ore delle trasmissioni televisive satellitari, un lasso di tempo nel quale gli hacker sono riusciti ad inviare brevissimi inserti polemici, dalla durata non superiore ai 40 secondi. Pochissimo, ma abbastanza per imbarazzare il regime.

Gli organi ufficiali di stampa non sembrano aver preso in considerazione quanto accaduto, e l'agenzia di stato Xinhua mentre scriviamo nulla riporta a questo proposito, mentre il giornale di Hong Kong Apple Daily, non solo conferma, ma sottolinea come Pechino stia cercando di insabbiare quanto avvenuto.

dal celebre filmDalle società televisive interessate sono arrivate generiche rassicurazioni che parlano di un "problema col satellite" che sarebbe poi stato risolto. Nulla si sa però delle indagini che con ogni probabilità sono in corso per individuare la fonte del segnale, uno scenario che ricorda, tra i tanti, il film Essi vivono di John Carpenter, in cui un nucleo di resistenza ad una invasione aliena si forma proprio grazie all'utilizzo pirata dell'etere (vedi foto).

AP ricorda peraltro come in passato in Cina siano avvenute altre incursioni televisive non autorizzate, in particolare ad opera del movimento spirituale Falun Gong, aspramente perseguitato dalle autorità comuniste.

mercoledì 2 maggio 2007

Vedi napoli e poi muori

date un'occhiata a questo filmato...

NAPOLI - Il centro storico
_________________________________________________________

fonte : http://napoli.com/degussa.php

1 maggio festa del lavoro

I maggio: al Concertone il lavoro è rock
I maggio: al Concertone il lavoro è rockL'anno scorso si era chiuso con l'augurio di Claudio Bisio alla piazza: "Ci vediamo l'anno prossimo con un lavoro ed un biglietto per la felicità in tasca".

L'edizione 2007 del tradizionale Concertone del Primo maggio in piazza San Giovanni a Roma si è aperta con un nuovo slogan 'L'Italia riparte dal lavoro'. Quello stesso lavoro che Celentano - grande assente dell'evento - avrebbe definito 'rock'. Lavoro che c'è, che non c'è, che anche se c'è non è quello che desideri, che magari è precario, o nero, o almeno grigio. Lavoro per il quale si perde anche la vita, com'è successo fin troppo spesso negli ultimi mesi.

Difatti il Concertone 2007 - oltre che ai 50 anni appena compiuti del rock - è stato dedicato proprio alle morti bianche.

"E' la festa di tutti coloro che si infortunano sul lavoro", ha sottolineato Andrea Rivera, il primo dei tre conduttori che oggi si sono alternati sul palco. "Ma è bene non banalizzare il tutto. Il Primo maggio è la festa di tutti i lavoratori ed anche di chi il lavoro ancora non ce l'ha. Penso agli statali, ad esempio, a tutti quelli che lavorano sodo ma passano inosservati. O anche ai tanti giovani che si mantengono agli studi lavorando in nero, così come è successo anche a me, da ragazzo. Allora non avevo la coscienza critica che ho oggi. Quando l'ho acquisita, ho iniziato a chiedere i miei diritti, così come tutti dovrebbero fare. L'augurio che rivolgo ai giovani che sono qui oggi è di avere sempre la speranza e di non perderla mai".

Lo stesso Rivera, ineccepibile in queste parole, è stato, d'altro lato, fonte di polemica per le sue dichiarazioni sulla Chiesa. "Il Papa ha detto che non crede nell'evoluzionismo. Sono d'accordo, infatti la Chiesa non si è mai evoluta", ha detto Rivera alla folla di giovani della piazza.

HA TORTO??

[. . . ]

Raggiunto nel backstage dopo la sua esibizione, Rivera ha affermato di riconoscersi solo "nella Chiesa di San Francesco".

non sono cattolico... nemmeno cristiano... ma...CONDIVIDO!!!

[. . . ]

Ai tanti giovani ancora disoccupati, Claudia Gerini augura "di credere in se stessi, di darsi da fare e di coltivare i propri talenti.
Certo se lo stato non tassasse come beni di lusso tutto quello che può essere "cultura" forse avrebbe anche ragione, ma sapete xkè i prezzi degli strumenti musicali sono in rialzo??
BENI DI LUSSO!
e forse se questo paese investisse qualcosa in + nello sport... forse oggi... non saremmo tutti costretti a lavorare in nero... x qualcosa che odiamo... ma magari saremmo in grado di fare un'attività che oltre nobilitare noi stessi... addirittura potrebbe nobilitare altri!
Ma anche di fare esperienza accettanto lavori considerati umili. Penso al fatto che oggi molti italiani si rifiutano di fare tutta una serie di lavori considerati troppo umili. Ecco, senza mai calpestare la propria dignità, dovremmo imparare a chiederci cosa possiamo dare alla società, come possiamo renderci utili, prima di chiederci cosa possiamo riceverne in cambio".

Fatti un giro dalle nostre parti signorina!

Bella anche la conduzione di Paolo Rossi, che alla piazza ha rivolto un "buon primo maggio e un buon futuro" e si è esibito in numerosi momenti musicali sia da solo che con la Gerini in veste di bassista.

Anche dal punto di vista della musica non c'è stata polemica: tutti d'accordo su Chuck Berry, che ha eseguito alcuni dei suoi brani più conosciuti. In formissima nonostante i 71 anni, Berry è stato senz'altro l'artista che più ha entusiasmato la piazza.

Meglio i vecchi... la musica di oggi... è solo POST-PRODUZIONE... solo risultati di laboratorio... il resto.... la vera musica... è relegata alle cantine... non interessa il messaggio... ma il denaro

Ottime anche le esibizioni delle molte donne salite sul palco: Irene Grandi, una straordinaria Loredana Bertè, la cantantessa Carmen Consoli.

Poco entusiasmo dei presenti solo in un'altra occasione: all'appello anti-pirateria musicale della Gerini, la folla ha risposto con lunghi fischi. Per nulla scoraggiata, la Gerini ha insistito invitando "a batterci per un prezzo più equo della musica, ma paghiamola".

Credo che il commento precedente... abbia bisogno di una piccola ionta... FIIIIIIIIIIIIIIIIIIIISK!!!!

Chiusura molto romantica del Concertone, ben oltre la mezzanotte. Con un'inquadratura al volo sulla piazza, i conduttori hanno chiesto agli innamorati presenti nel pubblico di scambiarsi un bacio. Invito seguito da molti, mentre il ragazzaccio Rivera, dal palco, non rinunciava all'ultima battuta: "meno precarietà, più lavoro".

Bravo Rivera... e adesso chi lo dice a tutte queste società di servizi? di assumersi il riskio d'impresa anzikè darlo al lavoratore???



Oggi alle ore 00:45 - (Fonte: noipress)




IN ROSSO I MIEI COMMENTI...

venerdì 27 aprile 2007

e questo è solo l'inizio

I motivi:
- uno spazio dove scrivere... comunicare... quello in cui credo
- un riferimento per chi volesse che la nostra città non fosse solo un cumulo di spazzatura ma anche qualcosa in +
- un momento di sfogo...
- un momento di solitudine...
- un momento di disperazione
- una REAZIONE!

Perchè PALEPOLI?
Beh... se questa è Napoli... la nuova Napoli... allora... facciamo tutti un passo indietro... guardiamoci alle spalle... e cerchiamo di capire che cosa sta succendendo... fare qualcosa non vuol dire solo spendere soldi... o essere kissà ki... x faere qualcosa basta essere un povero coglione come il sottoscritto... ma... FARLA!

Le intenzioni:
FARE qualcosa... semmai qualcuno capitasse su questa pagina... avrebbe modo di vedere cosa fa un napoletano che ha scelto di non emigrare e ha fatto questa scelta x un semplice motivo... nel mio piccolo io cerco di cambiare questa città da cui tutti scappano!
Perchè restare a Napoli? xkè porca vacca se tutti vanno via... questa città non cambierà mai... andrebbe rasa al suolo e ricostruita... Forse questa cosa si può fare... ma... + mentalemnte che fisicamente... forse sarebbe meglio...

Ora non voglio dilungarmi troppo...
Chi mi conosce sa che sono uno sportivo, alleno una squadra di Hockey (che cazzo di sport che ho scelto!) e ovviamente in una città dove non ritirano la monnezza... volete che ci sia una pista per il pattinaggio?? ovviamente NO!
questa è la prima scommessa che faccio con me stesso... dotare questa città di una pista VERA e tutto senza una lira! come?? vedremo... intanto.. vi aspetto...ccià